ESTERO

Cosa offre l’Informagiovani nel settore Estero – Europa?
Al Centro informagiovani di Ravenna è possibile richiedere un colloquio di orientamento alle opportunità di mobilità all’estero per studio, tirocinio,  lavoro e volontariato.
Inoltre in apposti archivi è possibile consultare la documentazione prodotta dalle varie Istituzioni Internazionali su:
– la mobilità lavorativa-professionale scolastica-formativa nei paesi dell’Unione Europea
– i programmi ed iniziative della Unione Europea
– le opportunità formative in diversi paesi Europei
Per informazioni ricercate e non presenti negli archivi o qualsiasi altra informazione inerente l’argomento è possibile richiedere una specifica ricerca. Gli operatori si attiveranno per acquisire tutte le risposte entro 3 giorni dalla data della richiesta.

Come posso iscrivermi alla newsletter Estero?
Il Centro Informagiovani di Ravenna redige ogni mese la newsletter “ESTERO” su opportunità di  lavoro, studio e volontariato

Con l’Informagiovani è possibile partire per un paese estero?
La Cooperativa Libra che gestisce il Centro Informagiovani di Ravenna, è stata accreditata come ente di invio per il Servizio Volontario Europeo.
L’ente di invio fornisce al volontario una preparazione socio-linguistica, l’assicurazione, tiene i contatti con l’organizzazione di accoglienza ed il volontario anche dopo la partenza, sostiene i costi del viaggio o eventuali spese eccezionali.
All’Informagiovani è possibile richiedere un colloquio con un operatore specializzato per visionare i progetti di volontariato, sapere in quali paesi è possibile andare ed essere seguiti in tutte le fasi che consentono il viaggio e la permanenza all’estero. Per dubbi, domande e i colloqui approfonditi occorre scrivere all’indirizzo e-mail europroject@cooplibra .it oppure rivolgersi direttamente al servizio durante gli orari di apertura.

Che cos’è il Servizio Volontario Europeo?

l Servizio Volontario Europeo (SVE) offre ai giovani tra i 17 e i 30 anni l’opportunità di svolgere un’attività di volontariato in un Paese del programma o al di fuori dell’Europa, per un periodo che va da 2 a 12 mesi, impegnati come “volontari europei” in progetti locali in vari settori o aree di intervento: cultura, gioventù, sport, assistenza sociale, patrimonio culturale, arte, tempo libero, protezione civile, ambiente, sviluppo cooperativo, ecc.

Lo SVE costituisce un’esperienza di apprendimento interculturale in un contesto non formale, promuovendo l’integrazione sociale e la partecipazione attiva dei volontari coinvolti. Attraverso questa esperienza i giovani hanno l’opportunità di entrare in contatto con nuove culture, esprimere solidarietà verso gli altri e acquisire nuove competenze e capacità utili alla loro formazione personale e professionale.

Attenzione! Per presentare un progetto SVE all’Agenzia Nazionale per i Giovani e richiederne il finanziamento non è possibile agire a titolo individuale, ma è necessario che a proporre il progetto sia un’associazione o un ente locale accreditato per farlo.